creativando-creativando 1.0

la resilienza

La Resilienza è la capacità di adattarsi a momenti traumatici, trovando soluzioni a volte molto creative e restare fermamente in piedi. 
Per me è significato attraversare molti eventi traumatici, restare un momento stordita, senza sapere più chi ero e nel volgersi di poco, raccattare tutti i pezzetti che erano esplosi e ricomporre una me, diversa da prima, proprio perché cambiata dai traumi vissuti, ma in piedi e con la voglia di proseguire il cammino!

Più di un anno fa, un amico (Andreaneedlemancarboni) mi ha fatto conoscere il sito di Alessandra Adelaide Neddleworks dove mi sono innamorata subito dei suoi mandala (prima non sapevo cosa fossero, ammetto la mia ignoranza in materia) ed in particolare di quello intitolato “La Resilienza”.

La mia Resilienza è stata iniziata durante un ricovero ospedaliero nel dicembre 2016 e nel dicembre 2017 sono riuscita a portarla a termine. 
Questo ricamo è stato proprio il riflesso dell’anno vissuto, tanti traumi e tanta voglia di andare avanti; tante volte ho dovuto disfare pezzi di questo ricamo per poi ricominciare e andare avanti.
E’ stato un ricamo complesso, non facile da eseguire,  non avevo nessuna intenzione di lasciarlo incompiuto.

Per realizzarlo ho utilizzato una tela aida a 72 fori di un verde mela molto chiaro, e del filato moulinè rosso.
Il rosso è il mio colore preferito e su quel verdino mi è piaciuto l’effetto che faceva.

Mi sono dovuta disegnare una griglia di 10*10 punti, per avere dei punti di riferimento, altrimenti non sarei riuscita ad arrivare a termine del lavoro.

Poi è arrivato il momento di incorniciarlo, e fare una cornice quadrata, secondo me, non gli rendeva giustizia, quindi ho scelto una cornice ottagonale, che a mio avviso, faceva risaltare la forma del ricamo.

5 risposte »

  1. Lavoro superbo !!!!! Complimenti .Anche per me questo disegno ha un significato speciale perchè è stato il primo disegno dopo 6 mesi di ricovero in Ospedale …. periodo terribile anche perchè condito per lungo tempo da quella maledetta \” prognosi riservata\” che non dà molte speranze e l'adattarsi alle difficoltà senza arrendersi ad esse è stato assolutamente fondamentale !Grazie per aver amato questo disegno e per avergli dedicato tempo e passione .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...